lunedì 2 dicembre 2013

'Tu appartieni alla nostra classe, non puoi andare via'

Cari lettori,
l'ultima volta che ho scritto, erano da poco finite le vacanze di Autunno.. adesso stanno per iniziare quelle di Natale! In realtà, mancano ancora tre settimane, ma vedendo come sta volando il tempo, inizieranno molto, molto presto. Sono qui da esattamente quattro mesi e credetemi, il tempo passa troppo velocemente.
Come va? Una meraviglia. Vi racconto un po' di cose fatte:
Qui c'è stata la festa della città, il Freimarkt (come le nostre feste patronali), dove sono venute tante, tantissime giostre. La festa è durata ben tre settimane e le giostre erano da paura, altro che le nostre! Ma la cosa ancora più bella, erano tutte le piccole botteghine dove si vendeva cibo di ogni genere, dalle fragole ricoperte di cioccolata, allo zucchero filato multicolor, dai panini con la bistecca, ai panini con il pesce, dai dolci fritti alle caramelle più strane.. Insomma davvero una gran figata. Tranne per la musica, troppo bassa e abbastanza vecchia. La nostra rimane la migliore. La mia stupenda Hostfamily mi ha permesso di ritirarmi all'1 e il papi mi è anche venuto a prendere dalla stazione della metro. Che cuore.
Sono finalmente entrata in uno Starbucks, dopo averne visti tanti in tutto il mondo ma non esserci mai entrata. Mi hanno chiesto il nome da scrivere sul bicchiere, ma evidentemente era troppo difficile visto che ne è uscito "Alexanda". Inizio a pensare che quelle due "s" del mio nome non vadano proprio giù a sti tedeschi. Ormai mi chiamano tutti Al o Ali, e sono davvero dolcissimi rispetto ai soliti Alessà che non ho mai sopportato.
Dolce tipico di Brema è un biscotto a forma di cuore su cui ci scrivono ogni tipo di frase e viene decorato con pasta di zucchero. Di solito te lo regala sempre qualcuno e a me l'ha regalato la mia dolcissima nonna tedesca. Un cuore enorme con scritto "Gruß vom Freimarkt", cioè tanti saluti dal Freimarkt. Mi dispiaceva mangiarlo ma era così buono.
L'8 Novembre è stato il "international HUG an EXCHANGE STUDENT day" e in pratica tutti dovevano abbracciarmi. È stata una cosa bellissima arrivare a scuola ed essere abbracciata da tutti i tuoi amici e da ragazzi che avevano sentito parlare di questo "giorno".
Ogni weekend poi, esco con gli amici o facciamo qualcosa insieme. Tra i più gettonati, ci sono: andare in giro per locali a bere qualcosa, guardare partite di calcio sul divano (e giuro che mi sto appassionando) e giocare a FIFA (ormai sto diventando brava). Non potrei chiedere di meglio considerando che qualsiasi cosa facciamo insieme è bellissima. Nella mia comitiva ci sono quasi solo ragazzi e a differenza di come potreste pensare, mi trattano da principessa, li adoro.
La mia adorata hostmum poi, mi ha comprato il calendario dell'avvento, qui usatissimo. Me lo ha fatto trovare appeso al muro con tutte le luci natalizie intorno. È della Milka e per ogni giorno c'è un cioccolatino diverso, che cosa bella!
Per quanto riguarda il tempo, qui fa davvero freddissimo, siamo già ai -1 gradi ma non ha ancora nevicato. E chi poteva raffreddarsi se non la cara Ale? Ebbene si, sono a letto da una settimana con tosse, naso chiuso, mal di gola e mal di testa..ma per fortuna sto già meglio!
In questo periodo c'è una domanda molto importante che mi sto facendo: quanto vale la pena tornare in Italia?
Mi spiego. Alla fine di questo anno, vale la pena tornare in Italia o è meglio finire la scuola qui? Da un lato mi manca la famiglia, il mio cane, quei pochi veri amici per cui tornerei.. dall'altro ho trovato il mio equilibrio con amici, scuola, città e futuro. È una scelta molto difficile e devo pensarci bene. Tutte le persone a cui chiedo mi dicono che è meglio rimanere qui, in Italia non c'è futuro e soprattutto ritornare lì a Martina, sarebbe come ritornare chiusi in gabbia. Perché parliamoci chiaro, quella città non offre nulla. Si, sarà per sempre la mia città natale ma non ci tornerei più a vivere. Qui ho tutto quello di cui ho bisogno e davvero non potrei chiedere di meglio. Ma poi penso ai miei genitori, a Silvia la mia migliore amica, a Tonio.. e mi chiedo se stia facendo la scelta giusta.
La frase del titolo, me l'ha detta un mio compagno di classe, nonché migliore amico. Quando gli ho detto che forse sarei tornata in Italia, mi ha sorpresa con un "tu appartieni alla nostra classe, non puoi andare via". E forse è la verità, la mia classe è quella lì e non posso lasciarli tutti. Loro sanno che voglio rimanere ma che ancora non sono sicura e quando mi fanno la domanda ci aggiungono "tu DEVI rimanere. Noi non ti lasciamo andare via". E alla fine seguirò il mio cuore.
So che la distanza non spezzerà i legami con le persone a cui tengo davvero e sapendo questo, farò la scelta migliore.
Si, la mia famiglia mi manca tantissimo. La mia mamma e il mio papà, quei due che mi sopportano tutti i giorni. Non so cosa darei per riabbracciarli. Ci parlo tutti i giorni per Whatsapp ed è già bellissimo, so che gli manco da morire ma quando sono gli altri a dirti "Ale, si vede che gli manchi da morire", questo fa male. E mi è impossibile non pensare alla canzoncina delle fragole che mi cantava la mia mamma quando ero piccola o alla canzone di Alex Baroni che ballavamo abbracciate, o a mio padre quando mi faceva saltare in aria o mi faceva il solletico sul lettone. Vorrei abolire la distanza e vorrei riabbracciarli presto, ma devo farmi forza. (ciao mami, so che stai leggendo il post, ti amo.)
Qui l'aria Natalizia si fa sentire davvero moltissimo. La mia casa è tutta decorata, sia dentro che fuori ed è qualcosa di stupendo. Andrò a comprare la prossima settimana l'albero vero e poi lo decorerò con la famiglia. Non vedo l'ora.
Questo weekend è venuta a trovarmi Althea, la mia amica di Amburgo. Siamo andate a fare shopping, abbiamo mangiato il gelato di spaghetti (gelato alla vaniglia con salsa di fragole) e il cameriere era anche italiano. A casa abbiamo fatto la famosa casetta di Hansel e Gretel ricoperta di cioccolata e zucchero e i biscotti natalizi tutti colorati. È stato davvero emozionante.
Sono già quattro mesi, ma ogni giorno è qualcosa di diverso, di sorprendente e non voglio che questo finisca.
Credo di aver scritto così tanto che nessuno leggerà mai.
Con affetto,
la vostra Ale

giovedì 17 ottobre 2013

ILPOSTSENZATITOLO

Miei cari lettori,
ormai aggiorno sempre più raramente e mi dispiace molto. Ma.. veniamo al dunque: vi aggiorno sulla situazione qui a Brema.
Sono qui da ormai due mesi e qualcosa e la situazione va sempre meglio, sia a scuola, che in famiglia, che con gli amici.
Per quanto riguarda la scuola, ho fatto i compiti in classe di matematica, tedesco, inglese, biologia e francese e le interrogazioni di storia e politica. Non ho ancora ricevuto i voti tranne che per l'interrogazione di storia. So di aver preso 8 punti su 15 quindi il mio voto è 3 (considerate che il massimo è 1 e il peggiore è 6).. ho preso quanto i miei compagni e mi sento davvero molto soddisfatta.
Per quanto riguarda francese e inglese, sono molto più avvantaggiata. Nella mia classe di francese, ad esempio, ci sono ragazze che fanno francese da 4/5 anni e non riescono né a leggere, né a coniugare, né a mettere su un frase semplice.. e nonostante ciò il professore le ritiene abbastanza brave. Ogni volta che le sento parlare immagino la faccia della mia prof. italiana di francese che sentendole si metterebbe le mani tra i capelli ahahah. Il professore, però, è davvero dolcissimo. Al compito in classe, tra gli esercizi c'era una traduzione dal francese al tedesco e lui vedendo che avevo difficoltà me l'ha fatta tradurre in italiano ed è addirittura riuscito a capirla (essendo francese e parlando un po'italiano).
La cosa più bella? Le vacanze d'autunno. Sono in vacanza dal 3 ottobre fino al 20 e i professori non danno compiti per le vacanze, quindi sono al cazzeggio sfrenato. **
Situazione clima: siamo ad ottobre e fa un freddo assurdo! Per i miei amici questa è primavera e li vedi uscire tutti tranquilli con maglia a maniche corte e felpina.. e poi ci sono io con il piumino che in Italia uso a dicembre <3. E loro mi sfottono e aspettano con ansia di vedermi a Dicembre o Gennaio con i tanto amati -5  °C.
Ho ripreso finalmente Taekwondo, dopo un anno di pausa. Credo che quando uno sport ti entra nel cuore, possono esserci anche mille difficoltà, ma in un modo o nell'altro, riuscirai a continuare. Basta credere nel proprio sogno. Sono in una palestra famosissima, con un maestro di 7 DAN (quindi uno dei migliori) che mi ha fatto i complimenti per la bravura. Tutti gli altri ragazzi sono simpatici e spesso parlano in inglese se non riesco a capire qualcosa. Anche i miei genitori sono venuti a vedermi e anche loro mi hanno fatto i complimenti per la grinta. Diciamo che sono più che soddisfatta.
La scorsa settimana sono andata con amici e famiglia a guidare i Go kart. Inutile dire la gran figura di cacca perché tutti ci erano andati più di una volta, mentre io a malapena sapevo come funzionassero. Ma vabbe, dopo essermi schiantata diverse volte, ho capito come fare. Alla fine sono arrivata ultima lo stesso.
Giusto perché ancora non mi era capitato nulla, sono anche caduta dalle scale di casa. Un'intera rampa di scale fatta all'indietro col sedere, sbattendo a tutti gli spigoli possibili e finendo di faccia sul pavimento. La mamma è corsa da me disperata perché non mi muovevo e io pensavo di essermi rotta qualcosa. Per fortuna tutto bene! Solo un livido enorme in faccia e dolori ovunque.
Inizio a sentire sempre di più la mancanza dell'italiano ahahah. Potermi esprimere e dire tutto quello che penso senza problemi. Sono convinta che quando tornerò in Italia e scesa dall'aereo sentirò gli addetti alla manutenzione parlare in barese, scoppierò in lacrime. Perché infondo puoi andare ovunque, ma la tua terra (per quanto tu possa disprezzarla) rimarrà sempre nel tuo cuore.
La settimana scorsa mi sono anche incontrata con una mia amica (italiana) che è un anno vicino ad Amburgo. Abbiamo passato la giornata insieme ed è stato stranissimo parlare italiano con lei e allo stesso tempo tedesco con gli altri. Lei è una persona fantastica e per fortuna non siamo poi così lontane. Lontano è invece Alessandro, il mio amico che è un anno a Berlino. Volevamo beccarci nelle vacanze ma essendo in parti diverse della Germania, abbiamo periodi di vacanze diversi. Speriamo di incontrarci nelle vacanze di Natale. Per adesso ci accontentiamo di fare Skype quando possiamo.
Ieri sono andata a casa della mia migliore amica, Carmen. La ragazza con cui tutti ci scambiano per sorelle. La sua famiglia è stupenda e mi sentivo davvero a mio agio. Ha una casa stile americano e la sua camera è da sogno: con moquette, letto enorme, divano a fiori. Insomma la mia camera ideale. Con lei è tutto così semplice, nonostante la lingua ci capiamo.. anche solo con gli sguardi. La adoro.
Cosa mi manca dell'italia? Silvia (bf), Tonio (bf), la pizza a 3 euro sotto casa, il tanto amato bidet, il mio cane, il caldo. Per il resto sto una favola.
Si, i miei migliori amici mi mancano da morire. Nonostante ci si senta tutti i giorni su Whatsapp, ci sono momenti in cui un loro abbraccio potrebbe salvarti la vita. Ma mi limito a ripeterli che mi mancano e che vorrei fossero qui con me. Non sarà certo la distanza a dividerci.
Ho intenzione di postare anche qualche foto e se riesco creo una pagina qui sul blog dove poter mettere tutte le foto così da poterle vedere tutte insieme.
Per adesso vi saluto, al prossimo aggiornamento.
Al :*

sabato 14 settembre 2013

La terra delle vespe

Hi guys,
e' più di un mese che non aggiorno il blog e non e' il massimo, ma davvero non ho più tempo!Qui come sempre va una meraviglia. Dopo poco più di un mese, ho già un buon livello di tedesco, riesco a capire molto, a seguire quasi tutte le lezioni (tranne Fisica che rimarrà sempre un mistero), a parlare al telefono con amici, a fare tutto insomma.
Dopo le difficoltà iniziali, continua ad andare sempre meglio. Ho già tantissimi amici, sia a scuola che fuori, di cui vi metterò poi le foto e di cui vi parlo un po' adesso.
Iniziamo dal mio ormai migliore amico. Si chiama Luca ed e' un mio compagno di classe. Abbiamo iniziato a parlare quando gli ho chiesto se avevamo compiti per il giorno dopo. Da lì abbiamo iniziato a sentirci sempre più, e che dire, e' speciale! E' il tipo di ragazzo che anche se ha lezione alle 10, viene alle 9 per farti compagnia durante la pausa, e' lui che sapendo che sei incredibilmente triste corre a casa a consolarti, e' lui che capisce anche il tuo tedesco tutto streuso delle 7.45 quando vorresti solo dormire, e' lui che ti spiega intere pagine di storia in inglese perché per te e' arabo. Beh insomma, e' il TOP.
Veniamo a lei, Carmen. Anche lei compagna di classe, anche lei fantastica. Lei e' stata la prima persona che ho conosciuto il primo giorno di scuola. Ormai si prende cura di me come fossi sua sorella e in realtà ci scambiano tutti per sorelle perché lei viene dall'Iran anche se e' nata in Germania e siamo le uniche con occhi scuri, capelli scuri ricci e i lineamenti sono molto simili. La adoro. Abbiamo molto in comune e mi ha aiutata davvero tantissimo all'inizio.
Poi c'è la vicina di casa, Lynn, anche lei stra dolce. La sua famiglia e' vegetariana e loro mangiano prodotti biologici (come la mia famiglia italiana insomma) e mia mamma e' rimasta contentissima sapendo che ho loro come vicini di casa! I suoi genitori sono stupendi, Raimond e Petra che adoro soprattutto quando provano a cantare canzoni in italiano. Ho anche scoperto che qui al MC ci sono tantissimi prodotti per vegetariani, non vedo l'ora di provarli (e non sono vegetariana).
Di tutti gli altri amici come Lasse, Pablo, Linus, Luis, Daniel (<3), Sibel, Vivien, Lea, Inger, Niklas ecc.. ve ne parlerò col tempo, altrimenti rimarrei qui tutta la sera.
Vi chiederete perché "Terra delle vespe", ebbene qui ci sono vespe ovunque. In classe se la finestra e' aperta, ne entrano anche cinque a gironzolare per la classe, tra le urla e i tentativi di ucciderle. Ah, e quando le uccidono le spezzettano o colorano con i pennarelli.
A scuola, come già detto, va una meraviglia, i professori sono tutti dolcissimi e non potrei chiedere di meglio. Faccio 36 ore settimanali, e questo e' il mio orario:
-lunedì dalle 8 alle 17.30 (ho tre ore di francese)
-martedì dalle 10 alle 15.10
-mercoledì dalle 10 alle 15.10
-giovedì dalle 10 alle 16.40
-venerdì dalle 8 alle 13.30.
Considerando che entro tre volte a settimana alle 10, ci sono sempre pause e un'ora dura 45 minuti e non 60, ho un orario fantastico..tranne il lunedì, in cui dopo 12 ore di scuola, sembro un militante di guerra.
 Ho già fatto il primo compito in classe, di matematica, e nonostante le aspettative, sono riuscita a capire quasi tutto. Mi sono sentita la persona più contenta del mondo in quel momento. **
Nostalgia di casa? Quasi zero. Si la mia famiglia manca e anche gli amici, ma qui e' un altro mondo e sinceramente ci rimarrei per sempre (e non e' detto che non lo faccia).
Sono andata al cinema la settimana scorsa, essendo il compleanno del mio Host Brother e abbiamo visto un film con Johnny Depp. Sono riuscita a capire il 90% del film e sono rimasta sbalordita nel vedere quanto figo fosse il cinema, multi-sala, con effetti suono 3D, con poltrone messe in modo che tutti possano vedere (e non alla cazzo di cane come da noi ahahah).
Esco spesso in giro per la città, a una mezz'oretta dal quartiere dove vivo io ed e' una gran figata. Fa tanto metropoli, con la metro di superficie e sempre piena di gente, negozi, gente tanto yeah.
Pecca? Non hanno ancora aperto ZARA. Prossimo mese dovrebbe aprire (si spera).
Sono stata anche in un labirinto di mais con la famiglia, bellissimo, pieno di mais (ahahah), la vedo come una cosa stra romantica e ci vorrei ritornare. <3
Vi metto qualche foto:
Io e Carmen
Siamo identiche (io e Carmen)

Io, Carmen, Luca e Vincent

Io e Lynn
E per quelli che diranno "pff e' senza cuore, non le mancano neanche la sua famiglia e i suoi amici!", parlo con quelle tre/quattro a cui tengo davvero, ogni giorno e le sento vicine più che mai.
L'unica cosa che mi manca davvero tanto e' il mio cane, il mio mostriciattolo peloso. :`(
Per ora e' tutto, al prossimo aggioramento
Al




PS: ormai il mio soprannome e' Al, Alessandra e' troppo lungo e Ale ha quella vocale di troppo che ai tedeschi non piace. Love

lunedì 12 agosto 2013

Un po' di notizie dalla Tedeschia

Bella gente,
ormai è passata più di una settimana dal mio arrivo ed è giusto che vi aggiorni sulla situazione. Qui va una meraviglia! Sono partita il famoso 2 Agosto e i saluti sono stati meno tristi di quanto mi aspettassi. Avevo paura di dover pagare per il peso eccedente della valigia da imbarcare ma *signori e signore*, con più di 6kg in più, non ho pagato niente! Mi è stato detto solo "l'esperienza che stai per fare è meravigliosa!".
Il volo da Bari a Stoccarda è stato fighissimo perché c'erano dei ragazzi italiani che andavano a Berlino e con cui sono stata in aereo. Mi hanno aiutata con il bagaglio a mano (che pesava più di me) e quando siamo arrivati a Stoccarda, mi hanno aiutata a cercare i banconi per rifare il check-in. Dopo averli salutati e ringraziati, mi sono avventurata alla ricerca del Gate. Avevo solo mezz'ora e ho chiesto informazioni qua e là. Arrivata al Gate ho incontrato un signore tedesco molto simpatico che stava andando a Brema per lavoro e abbiamo iniziato a parlare. Indossava i classici sandali tedeschi con calzini neri (che spettacolo ahahah). Salita sull'aereo per Brema, stavo cercando di formulare una qualche frase per farmi aiutare con la valigia ma, un signore tedesco, senza che dicessi niente, mi ha aiutata. Il volo è durato pochissimo, una quarantina di minuti. Ma nonostante ciò, a differenza delle altre compagnie che non ti danno uno snack neanche a pagarlo, loro passavano con paninazzi e una bibita a scelta. Arrivata a Brema, mi sono messa a cercare il nastro con i bagagli imbarcati e per fortuna, il famoso signore con sandali e calzini neri, mi ha indicato la giusta direzione. Le valigie sono arrivate in 3 minuti (proprio come in Italia eh) e sono uscita alla ricerca della famiglia. Erano lì, la mamma, il papà e la nonna e ho sfoderato il mio mega sorriso a tutti quanti. Sono stati dolcissimi e mi hanno messa subito a mio agio. Brema è enorme e la mia casa si trova a Borgfeld, un quartiere con tante, tantissime case davvero belle. Tutti continuano a farmi complimenti per il mio tedesco e questo mi fa sentire speciale. La mia stanza è enorme e ho addirittura un divano tutto per me! La casa ha un giardino epico, piscina, trampolino, veranda, sala giochi e ben tre piani.. un castello insomma.
Ho imparato ad andare in bici (con relative cadute ahah) perché qui si gira solo con quelle. Ho conosciuto vicini di casa e amici di famiglia, uno più premuroso dell'altro! Soprattutto la figlia dei vicini, Lynn, si prende cura di me e se la sorella mi parla troppo velocemente la riprende e mi spiega lei cosa voleva dire.
La cosa che mi manca di più dell'Italia? Il bidet, giuro ahahaha.
Da giovedì ho iniziato la scuola e che dire.. è stupenda! Avete presente quelle strafighe che si vedono nei film americani? Uguale! Il primo giorno è stato molto meglio di quanto mi aspetassi. Ho conosciuto subito le prime amiche e i compagni di classe sono tutti ajqbdyendjdjd. Si cambia classe ogni ora ed è bellissimo. Quanto ai professori? Uno più dolce dell'altro. Se ne ho bisogno mi permettono di usare Google Traduttore in classe, che cuccioli. Avendo scuola fino alle 3 del pomeriggio, mangio lì e devo dire che si mangia davvero bene! Ah, entro tre volte a settimana alle 10 c:.
Nostalgia di casa? In certi momenti tantissima.. per fortuna ci sono Skype e Whatsapp che accorciano le distanze! 
Ho già fatto un pranzo all'italiana cucinando orecchiette al sugo... sono rimasti tutti soddisfatti! La famiglia mi ha fatto fare un giro della città. È bellissima, piena di negozi e con quel suo stile antico e moderno allo stesso tempo.. e poi ci sono i famosi musicanti di Brema che però sono davvero minuscoli ahahaahah.
La cosa più bella? Tavolette di Milka a 0.90€ con gusti che voi non potete neanche immaginare. Ok, forse tornerò con qualche chiletto in più.. ma per la cioccolata, questo e altro!
Ah, i ragazzi sono una favola, giuro. Avete presente lo stereotipo biondo, alto, occhi azzurri, fisico da urlo? Beh ci siamo. Ma non potrò mai competere con le belle tedesche, quindi mi limito solo ad osservare.
E poi c`è lui, Tonio. Colui che mi sopporta tutti i giorni, lui che deve subirsi i miei sfoghi e i miei "voglio tornare a casa", lui che per farmi tornare il sorriso si mette a cantare le mie canzoni preferite, lui che è disposto a tutto pur di farmi essere felice, lui che non mi abbandona mai. Che dire? Sei un grande e sai quanto ti voglio bene cucci! Ti meriti intere fabbriche di cioccolata e non solo qualche misera stecca <3.
Finalmente ho ritrovato il mio equilibrio, finalmente mi sento bene e sono felice così, nonostante problemi vari e nostalgia.. insomma, il mio Weppiniano anno in Germania, va alla grandissima.
Vi lascio con una canzone che mi ricorda tanto la mia migliore amica, la ragazza che vedete nel video del post precedente.
Ci sentiamo presto
Alessandra

PS. La Milka con gli OREO spacca ahahah

giovedì 1 agosto 2013

MA SIAMO GIA' A -24 ORE?!



Cari lettori/lettrici,
come avrete capito, manca solo un giorno alla mia partenza! Si, solo 24 ore! A quest'ora domani sarò già arrivata a Brema e sarò in macchina con la famiglia, direzione casa.
Vi starete chiedendo (o forse no) come ho passato questi ultimi giorni qui in Italia.. Beh non c'è un modo per definirli se non 'bellristi' che sarebbe un incrocio fra belli e tristi. Ho salutato tutti ormai e devo dire che i saluti non sono stati facili.. ho pianto tantissimo! Una delle persone che ho salutato più difficilmente è stata Silvia. Lei è la mia compagna di classe, la mia migliore amica, lei che la mattina alle 8 mi chiede di copiare tedesco perché non l'ha capito. Ormai siamo come 'carrot and pea' e separarci non è stato facile.. ma lei ha iniziato a fare già il conto alla rovescia per il mio ritorno e so che questo l'aiuta a rendere meno lungo tutto questo tempo in cui non saremo insieme.
Per la serie *a volte ritornano*, un altro saluto difficile è stato quello al famoso migliore amico di cui vi avevo parlato in un post precedente. Tutti hanno una persona senza la quale, nonostante litigi e addii, non si sentono completi.. ecco lui è quella persona. E' stato un saluto tipo 'Dai, l'ultimo abbraccio. No, questo è l'ultimo. Ok, l'ultimo e poi basta'. Abbiamo superato tre anni tra litigate continue e roba varia, quindi passeremo anche questa.
Andava tutto a meraviglia fino a quando, domenica mattina, la mia cagnolina mi ha morso all'occhio (che sfiga eh?). Per fortuna niente di grave, solo un graffio bello profondo. Ho dovuto portare la benda all'occhio, stile Capitan Uncino, da lunedì mattina e solo domattina potrò toglierla. Inutile dire che sono rimasta a casa come una vecchietta perché non riuscivo a vedere quasi niente ahah. Programmi annullati, ultimi saluti fatti a casa.. poteva andare meglio. Avrei voluto salutare molti più amici ma con una benda sull'occhio non ce l'ho fatta. Una delle persone che avrei voluto salutare (o meglio risalutare) è Tonio. Lui è un amico, un vero amico.. non abita nella mia stessa città, non ci vediamo spesso, ma gli voglio un gran bene. E' un ragazzo speciale e lo adoro. Ciao To <3
Veniamo a lei, la Bomber, Gaia. Se seguite il mio blog, sapete chi è. Vi mostro un video stupendo che mi ha mandato prima della mia partenza. Ho pianto come una fontana dall'inizio alla fine. Non potevo ricevere sorpresa migliore e non ho parole per ringraziarla. Guardatelo. Questa è vera amicizia. Ho la fortuna di averla trovata e posso urlare al mondo 'LEI E' LA MIA MIGLIORE AMICA'.
video

La Germania diventa sempre più reale e per fortuna ho una spalla su cui contare. E' stato il primo ragazzo che mi ha detto che sarebbe andato in Germania e da lì è nata una vera e propria amicizia. Lui sarà a Berlino e io a Brema ma alle prime vacanze ci si incontra a Berlino per fare giri in metro ahahah. Si chiama Alessandro ed è un grande.

Nonostante pianti, saluti, abbracci che vorresti non finissero mai, sta per iniziare il mio anno in Germania. Come mi sento? Pronta, carica al massimo. Il prossimo aggiornamento sarà da Brema.
A presto
Alessandra


mercoledì 17 luglio 2013

NUR 15 TAGE!

Hi guys! :)
Finalmente mancano solo 15 giorni al mio tanto atteso exchange year. Sembra ieri che facevo i test per le selezioni e adesso sono qui, carica per tutto ciò che mi aspetta tra due settimane. Ho iniziato a preparare le valige (che in realtà sto preparando da giugno) e sono arrivata a un totale di due pacchi giganti, una valigia da 23kg e un bagaglio a mano.. credo di aver preso troppa roba ma non so quanto freddo farà quindi meglio abbondare. La famiglia ospitante, gli 'Jaskiewitz', sono sempre più adorabili. Sono stati due settimane in Danimarca, in vacanza, e mi hanno spedito una cartolina tanto ajdshverhgurtsk. Non vedono l'ora di conoscermi e anche io non aspetto altro!
Nel frattempo, ho conosciuto tantissimi ragazzi che andranno in Germania e provengono da ogni parte del mondo come Egitto, Belgio, Brasile.. Ho anche conosciuto una ragazza venezuelana che andrà a Brema e, guarda caso, abitiamo solo a qualche isolato di distanza.. e poi una ragazza argentina, anche lei andrà a Brema, e speriamo di diventare grandi amiche. Credo di essere la persona più felice del mondo in questo momento **.
Per quanto riguarda il pre-partenza, va tutto alla grande. Ho fatto il famoso intervento all'occhio (di cui vi avevo parlato nel post precedente)..è andato davvero bene. E' stato doloroso ma finalmente posso ritornare a fare arti marziali come ai vecchi tempi e magari diventerò cintura nera proprio in Germania ahah.
Domenica sera, è venuto qui Nesli. NESLI IN PUGLIA. Si, Nesli in Puglia. Volevo andarci a tutti i costi anche perché è il mio cantante preferito e vederlo dal vivo sarebbe stato il massimo.. ma alla fine non mi hanno mandata. Mi sono accontentata di una foto e di video messi su FB dove lui canta. Al prossimo concerto, ovunque sarà, ci andrò.
Finalmente Gaia, un'exchange di cui vi parlo sempre e che ormai è diventata la mia migliore amica, ha avuto la famiglia..andrà in California e la sua Hostfamily è fantastica (come lei <3). Speravamo di incontrarci prima della partenza ma alla fine per impegni o complicazioni, non ci siamo più viste :'(. Ci tocca aspettare più di un anno per poterci finalmente riabbracciare ma, nonostante la distanza, siamo sempre più unite e pronte ad affrontare il nostro exchange year insieme anche se in due parti del mondo completamente diverse.
Quest'estate sta volando davvero velocemente e non ci sto capendo granché . Sta arrivando il momento dei saluti, che credo sia il momento più brutto. Sai che lasci degli amici, delle persone che magari al tuo ritorno non ci saranno più, ti avranno dimenticata o rimpiazzata con altri.. non è facile. Ma sono arrivata fin qui e posso superare anche questo.
Ho prenotato il volo per Brema finalmente. Partirò da Bari, il 2 Agosto con la Germanwins (una compagnia tedesca) alle 12.30 e farò scalo a Stoccarda (da sola) per poi arrivare a Brema. Ho deciso che farò dei video durante il viaggio per 'documentare' il viaggio da sola ahah.. poi li posterò nel blog. :)
Finalmente il mio sogno sta diventando realtà, finalmente dopo tutte le difficoltà è arrivato il mio momento. Il momento di mettersi alla prova. Andrà bene?
Prima di partire scriverò l'ultimo post dall'Italia e poi finalmente vi scriverò da Brema :3
A presto
Alessandra

sabato 15 giugno 2013

DEUTSCHLAND -48

Come avrete letto dal titolo, mancano solo 48 giorni alla mia partenza. L'ultima volta che ho aggiornato il blog, avevo appena ricevuto la famiglia e adesso mancano solo 48 giorni. Si, il tempo sta passando in fretta e io non ne sto capendo più niente. La scuola si è conclusa benissimo.. Dico solo che sono uscita con la media dell'8.90 e potrò arrivare in Germania con un bel 9 in tedesco.
Per quanto riguarda la famiglia ospitante, gli Jaskiewitz, sono simpaticissimi, dolci, premurosi e non vedo l'ora di conoscerli. Ci siamo sentiti solo per mail diverse volte. Mi hanno detto che non appena arriverò in Germania, mi porteranno in un parco divertimenti (uno dei più grandi della Germania) per farmi divertire un po' prima dell'inizio della scuola. Che cuccioli <3
Cercherò di vivere questi 48 giorni al massimo, anche perché molta gente mi mancherà tantissimo! Ho tante cose da fare ancora, devo salutare gli amici, imparare a cucinare, fare la valigia (e che valigia ahah). L'unica cosa brutta, che purtroppo ho scoperto lunedì, è che dovrò operarmi all'occhio per un distacco di retina. Ok quel giorno ho pianto come una bambina. Ho una paura assurda e speravo che la situazione non fosse così grave.. Ma grazie all'operazione potrò ritornare a praticare arti marziali (Taekwondo) tranquillamente quindi dovrei essere contenta.
Finalmente tra qualche settimana rivedrò la mia bomberina, Gaia. Ve ne avrò parlato mille volte ma fa niente. Lei è un'exchange come me e andrà un anno negli USA,  parte un anno prima come me (ecco spiegato il soprannome Bomber), è dolcissima e credo che ormai sia la mia roccia. Purtroppo, però, siamo molto lontane e vederci è un po' un problema. Ma finalmente, dopo tanta attesa, mi verrà a trovare in Puglia. Non aspetto altro. :3
Dopo la fine della scuola, passo le mie giornate a mare a prendere il sole come un bradipo. Non voglio più fare niente ahahahah. Ho dato un'occhiata ai programmi che il preside mi ha dato per l'esame che farò a Settembre 2014.. sono troppe cose e di certo non le studio adesso.
Vi lascio con una canzone con cui sono in fissa in questo momento.
Al prossimo aggiornamento
Alessandra


lunedì 20 maggio 2013

I HAVE MY HOST FAMILY

Hi guys,
finalmente ci sono novità sulla famiglia! :3
Allora, ero in camera a studiare e ad un certo punto controllo il telefono.. una chiamata persa dalla WEP.
PANICO! Il cuore inizia a battere forte, le gambe a tremare.. richiamo. La responsabile mi fa attendere in linea con una musichetta di Mozart davvero brutta. Alla fine ritorna e mi dice che finalmente HO LA FAMIGLIA OSPITANTE! E' stata un'emozione fantastica. Adesso vi racconto un po' della famiglia che mi ospiterà e poi vi posto qualche foto:
La famiglia è composta da madre (Anja), padre (Thorsten) e due figli ( Janik e Gerrit). Janik ha 16 anni e mentre io sarò in Germania lui farà un anno in Inghilterra o Irlanda, mentre Gerrit ha 14 anni. Hanno anche un cane bellissimo che si chiama Adia. Sarò a Brema, una città di 600.000 abitanti. La casa è fantastica, sono a 1 ora dal mare (e che mare!) e a 25 minuti dal centro di Brema. La scuola inizia l'8 Agosto e finisce il 30 Luglio quindi partirò da qui i primi di Agosto. Sono davvero dolcissimi, amano fare sport e non vedono l'ora di conoscermi. Avrò una camera tutta mia dove potrò portare i miei amici tedeschi. Frequenterò la stessa scuola di Janik ma lui non ci sarà.. mentre Gerrit frequenta una scuola diversa. Vivono in un quartiere con molti parchi e si può andare tranquillamente in bici. Sono la prima ragazza che hanno deciso di ospitare e ci tenevano a dirmelo e in più mi hanno detto che capiscono quando mi mancherà il mio cane, ma potrò giocare con Adia quando voglio <3
Sono stra euforica e continuo a leggere la loro lettera e vedere le loro foto. Davvero non potevo chiedere di meglio e aspetto solo di fare la prima chiamata Skype.
Queste sono le foto che mi hanno inviato:
Questa è la mia Host Family
I miei Host Parents e Gerrit

La bellissma Adia e la loro casa :3
Devo contattarli al più presto ma temo di non riuscire a parlare o non capire ciò che dicono.. questo mi preoccupa davvero tanto.
Temevo di capitare in un micro paesino con 500 abitanti, con genitori anziani e senza figli e invece sono a Brema, ho due genitori giovani, un cane e due fratelli. Cosa posso chiedere di più?

Ah, ringrazio Gaia per aver sopportato il post-telefonata e per essermi stata vicina mentre le raccontavo le notizie sulla famiglia (GRAZIE DAVVERO, TI ADORO <3)

Appena li contatto, vi aggiorno.. <3
Alessandra

venerdì 19 aprile 2013

POST POST-SEMINARIO

Ormai mancano solo tre mesi all'inizio del mio anno in Germania e il tempo sta volando troppo in fretta. D:
Lo scorso week-end c'è stato il Seminario a Pavia e questo sarà l'argomento del post.
Lì ho incontrato per la prima volta tutti gli altri exchange con cui parlo da mesi.. Che figata! :3 Il posto faceva davvero schifo, insetti ovunque, tutto decadente: sembrava ci stessero preparando ad un anno nel Terzo Mondo. Senza considerare l'ORIENTEERING dove abbiamo camminato per tipo due ore nella melma come profughi. Uno schifo, si. Eravamo tutti divisi in gruppi in base alle mete. Il mio gruppo? Excotics! Eravamo più di 300 ragazzi ma alla fine ho trascorso le serate con i ragazzi che conoscevo già come Gaia (la mitica Bomber di cui parlo sempre), Federico, Linda, Simone, Nicola, Monica, Arianna, Guglielmo, Giuseppe, Lorenzo. Diciamo che loro sono diventati come una seconda famiglia per me. Tra exchange ci si capisce meglio, si affrontano percorsi insieme e alla fine, in un modo o nell'altro, si creano delle vere amicizie!
Al Seminario mi hanno rifatto un test orale in tedesco per controllare la mia preparazione e sono andata stra bene! :') In più c'è una mezza notizia (ancora non sicura) che vi darò spero al più presto. Il Seminario è stato solo di due giorni ed è volato troppo in fretta.. al momento delle varie partenze (alias momento dei saluti) sono diventata una fontana (ti ricordi Gaia?). Il rientro è stato dei più tragici. E' stato come ritornare in gabbia dopo aver preso una boccata d'aria. Inutile dire che questo non è il mio posto e che aspetto con ansia di trasferirmi definitivamente all'estero. A distanza di una settimana dal Seminario, mi mancano già tutti, mi mancano le cazzate fatte insieme e mi manca il fatto di sapere di essere circondata da persone che stanno vivendo la mia stessa esperienza. Sono stati due giorni fantastici e soprattutto indimenticabili.  Ma come già detto, il tempo sta volando, siamo già quasi a Maggio e quindi voglio godermi questi ultimi tre mesi che mi restano da trascorrere qui. Mancano poco meno di 40 giorni alla fine della scuola e dopodiché potrò godermi i mesi restanti andando a mare tutti i giorni perché si, io abito in Nord Africa (puglia). Ahahahahah
La cosa più bella di quando si passano dei giorni con ragazzi provenienti da ogni parte d'Italia è prendere le cadenze diverse. Sono ritornata qui parlando un misto tra pugliese-romano-siciliano-milanese e quando ho rivisto i miei genitori, la prima cosa che mi ha chiesto mia mamma è stata: "Ma come parli?".
Vi allego un po' di foto con altri exchange :3
A presto guysssss
Io, Gaia, Fede e Lorenzo
Io e la mia Bomberina (Gaia)
Io, Gaia e Fede

Io, Gaia e Lorenzo

giovedì 21 marzo 2013

PERDITA DI PERSONE IMPORTANTI

Scusate se non aggiorno da tanto, ma non ci sono novità riguardo alla partenza quindi aspettavo di ricevere una notizia eclatante per aggiornare il blog!
Ma, ho bisogno di riflettere su una cosa per me molto importante.. Come avete letto dal titolo vorrei parlare della 'perdita di persone importanti'.
Ogni exchange, si sa, deve mettere in preventivo la possibilità di perdere qualche amico partendo per un anno e io sono la prima a cui ciò è successo. Ho perso diverse persone a cui tenevo tantissimo, ma una in particolare.. il mio migliore amico. Sapete no, il solito ragazzo pronto ad aiutarti, con cui puoi parlare di tutto e che consideri come un fratello. Ecco, lui. Ci conoscevamo da due anni più o meno e anche se litigavamo molto spesso c'eravamo sempre l'uno per l'altra. Era una di quelle amicizie che vorresti portare avanti per tutta la vita, quelle amicizie da ajdhdfvhrh che ti fanno dimenticare i problemi di ogni giorno. Ebbene, quell'amicizia non c'è più. Non che lui sia morto, ci mancherebbe, ma fisicamente non c'è più. Non ha preso la notizia della mia partenza nel migliore dei modi e ha preferito andare via adesso piuttosto che sopportare la lontananza per un anno. Cosa triste vero? Mi chiedo ancora, perché io sia ancora qui a parlare di lui. Lo so, non è carino abbandonare tutti gli amici per un anno, ma sono uno spirito libero e ho sempre bisogno di mettermi alla prova con nuove esperienze! Che posso farci? 
Sono mesi ormai che non ci parliamo, ma non è facile dimenticare una persona con cui si è condiviso tutto. E' perennemente nei miei pensieri anche se teoricamente sto cercando di dimenticarlo. Ma infondo sono io che voglio partire, non posso pretendere di rimanere in buoni rapporti con tutti. Questa è una delle cose più tristi legata alla mia partenza, ma sentivo il bisogno di raccontarla.
Non so se lui leggerà mai queste mie considerazioni, o se si farà una bella risata vedendo che sono ancora qui a parlare di lui..
Nel frattempo vi lascio con una canzone che in questo periodo adoro.
Alessandra

mercoledì 27 febbraio 2013

EUROVACANCES

Ebbene si, ad un mese preciso dalla consegna del mio dossier, mi è arrivata la tanto attesa mail dalla WEP dove mi dicono che il mio dossier è stato approvato!
ASPETTATE! COSA? MI HANNO GIA' CORRETTO IL DOSSIER?! SIETE SICURI?!
Ahahahahah è scritto nella mail quindi suppongo sia vero.
Duuuunque ho ricevuto anche un'associazione partner che sarà quella che mi cercherà la host family.. si chiama EUROVACANCES  (a me sa tanto di un tour operator tipo Alpitour ), speriamo almeno che sia una buona associazione!
Mi sento sempre più vicina alla partenza e ormai in effetti manca davvero poco! Ad Aprile c'è il tanto atteso seminario e sto già facendo il conto alla rovescia perché finalmente potrò incontrare gli altri exchange che come me condividono questo grande sogno! Devo dire che sono persone fantastiche, alcune in particolare.
Io a differenza degli altri partirò un anno prima e sono pochi gli exchange che lo fanno. Ho avuto la fortuna di incontrare un'exchange che come me partirà in anticipo ed è davvero una persona meravigliosa! <3
Nel frattempo tra scuola, piscina(:3) e amiche il tempo sta passando in fretta e ho ancora taaante cose da fare. Ma basta che finisca la scuola, poi il gioco è fatto! :D
A prestooo **
Alessandra

lunedì 18 febbraio 2013

SEMINARIO STUDENTI

Torno a casa. Apro la posta e trovo una mail dalla WEP. Inizio a sclerare per 10 minuti pensando mi avessero corretto finalmente il dossier. Poi la apro e leggo:  SEMINARIO STUDENTI. Mi è caduto il mondo addosso. Il seminario è dal 12 al 14 aprile ma ancora non si sa il luogo. Ma girano voci che sia a Pavia o Verona (e io dalla Puglia con furore come ci arrivo?!)! Ahahahahaha ci andrò a piedi, ovvio!  E' obbligatorio parteciparci e per fortuna avevo già deciso di non andare a Londra con la scuola. Mancano poco più di sei mesi e poi finalmente potrò partire. Mi mancano ancora un'associazione partner e una famiglia ma sapere già le date del seminario mi fa sentire sempre più vicina alla partenza. Potrò finalmente rendermi conto di come vivono i tedeschi, del loro carattere e del loro modo di essere. Che figata!
In attesa di novità..
Alessandra

sabato 16 febbraio 2013

INIZIAMO CON LE PRESENTAZIONI

Ciao a tutti! Mi chiamo Alessandra e ho 15 anni, vivo in una piccola città in Puglia. Sono una futura exchange student in Germania. Partirò questo settembre (mancano ancora sei mesi). Vi chiederete perché proprio la Germania, ebbene, non lo so neppure io. Frequento un liceo linguistico dove studio inglese, francese e tedesco. Con il tedesco, l'inizio non è stato dei migliori. Inizialmente lo odiavo con tutta me stessa, ma poi, poi qualcosa è cambiato. Mi sono innamorata della Germania. Partirò con la WEP, anche se inizialmente dovevo partire con Intercultura. Ho superato il colloquio orale e i test sia scritti che orali di tedesco (non erano una passeggiata). Addirittura sono riuscita a completare il mio fascicolo due giorni prima della scadenza! :') Adesso aspetto di ricevere notizie sull'approvazione del mio bel fascicolo. Nel frattempo ho iniziato a comprare le prime cosine, come maglioncini, pigiami.. Che bello! :3
La notizia della mia futura partenza non è stata ben vista da tutti. Molti mi hanno subito detto che avrei perso tutti i miei amici, sarei stata dimenticata da tutti e al mio ritorno non avrei più trovato nessuno ad aspettarmi. Diciamo che sono stata abbandonata dalla maggior parte delle persone che mi erano più vicine dopo aver detto loro della partenza. Ma sapete una cosa? Io credo in quello che faccio. Credo nel mio 'Weppiniano anno in Germania', credo in me stessa e credo che questa sia la strada giusta.
A prestooo
Alessandra